Spedizione Gratuita su Tutto!

0

Il carrello è vuoto

Firenze, culla del Rinascimento, è anche la patria di uno dei cocktail più amati, il Negroni. Suo inventore è stato il Conte Camillo Negroni, il quale, stufo del solito aperitivo Americano, un giorno chiese al famoso barman Fosco Scarselli del Caffè Casoni, angolo Via della Spada e Via de’Tornabuoni (poi Caffè Giacosa, oggi di proprietà dello stilista Roberto Cavalli) di sostituire il Seltz della ricetta originaria con un terzo di Gordon's Gin. Eravamo nel lontano 1919 e da allora il Negroni si è affermato come uno dei più famosi aperitivi di origine italiana, conosciuto ed amato in tutto il mondo.

Ecco perché, bere un Negroni e come bere, di fatto, un pezzo della nostra storia: non a caso, due degli ingredienti di cui è composto nella ricetta originale (Vermut e Bitter Campari) rappresentano la massima espressione dell’industria liquoristica italiana.

Ma il Negroni è anche un cocktail che ha saputo conquistare più di una generazione col suo gusto forte e deciso: sofisticato quanto basta per essere il preferito nei locali eleganti, è amato indifferente anche da chi frequenta pub e discopub, complice la gradazione alcolica non certo indifferente e l’equilibrio di gusto fra le sensazioni di dolce, secco ed amaro.

Ma le leggende che riguardano questo famoso cocktail non finiscono qui: una delle versioni alternative più note del Negroni, il Negroni Sbagliato, in cui il Gin è sostituito da 30 ml di Spumante Brut, deve la sia nascita alla felice intuizione di un altro italiano, il barman veneziano Mirko Stocchetto, che a metà degli anni Sessanta, dopo aver lavorato in alcuni dei locali più prestigiosi di Venezia e Cortina, aveva rilevato il Bar Basso in via Plinio a Milano.

La decisione di spostarsi a Milano nacque probabilmente dal fatto che proprio in quegli anni il Capoluogo Lombardo si stava delineando come la capitale della moda e del design. Stocchetto aveva però anche altre mire: riuscire a cambiare le abitudini in fatto di drink dei milanesi!

Iniziò dunque un periodo di grande sperimentazione che diede vita a tanti nuovi cocktail di successo, di cui il Negroni Sbagliato è appunto l’emblema, anche se la leggenda narra che la sostituzione del Gin con il Prosecco avvenne per pura distrazione, una sera del 68’ in cui il locale era particolarmente affollato. L’inconsapevole avventore sembrò gradire molto la modifica e da allora il Negroni Sbagliato è diventato uno dei drink più amati e richiesti in ogni parte del mondo.

La ricetta originale del Negroni prevede la combinazione di 30 ml di Gordon’s Gin con 30 ml di Bitter Campari e 30 ml di Martini Rosso: la regola prevede anche che il drink sia assemblato e servito nel bicchiere Rock colmo di ghiaccio e decorato con l’immancabile fetta di arancia.

Ma, oltre allo Sbagliato, quali sono le altre variazioni più note del celebre cocktail di origini fiorentine? Scopriamole di seguito:

Americano: progenitore dello stesso Negroni, è composto da 30 ml di Bitter Campari e 30 ml di Vermut Rosso, che insieme già formavano un cocktail famoso chiamato MiTo, con l’aggiunta finale di una spruzzatina di Seltz;

Negroski: si tratta di un versione strong del Negroni che sostituisce il Gin con la Vodka, conferendo al drink un gusto più liscio;

Boulevardier: si compone sostituendo il Gin con dell’ottimo Whisky;

Old Pal: in questo caso, oltre a sostituire il Gin con il whishy, il barman dovrà sostituire anche il Vermut dolce con quello secco;

Bencini: uguale alla versione originale del Negroni se non che il Gin è sostituito con del Rum bianco.

bottiglie bar

Ci sono poi altre versioni meno note del Negroni per portano lo stesso nome del cocktail originale, con l’aggiunta di un termine vicino: è il caso del Japanese Negroni, dove il Gin è sostituito dal Sake, del Punt e Mes Negroni, in cui al posto del Vermut viene utilizzato il Punt e Mes, del Monte Negroni, preparato con l’amaro Montenegro, o del Jäger-Negroni, in cui ai tre ingredienti principali viene aggiunto anche un quarto di Jagermeister.

Vi è infine una versione illegale del Negroni, chiamata Negroggino, in cui alla componente alcolica è aggiunto anche un grammo di droga artificiale o ecstasi. 

Tuttavia, oltre alla variazione degli ingredienti, il Negroni ha subito anche molti rifacimenti o “twist” come si direbbe in gergo: si tratta di versioni che non alterano gli ingredienti originari, ma che propongono alcune modifiche nella suddivisione delle parti o nella selezione della tipologia di Bitter (lasciando spazio anche a quelli più aromatici) o Vermut (dolce o secco). Questo fa sì che il drink sia riproposto in chiavi nuove, senza alterarne però la sua sostanza essenziale. Ed ovviamente la sperimentazione riguarda non solo la scelta degli ingredienti ma anche la presentazioni: fra i must del momento, la doppia scorza di limone e d’arancia (e in alcuni casi perfino di pompelmo) al posto della tradizione fetta di arancia, oppure, trend molto in voga in questo periodo, servire il drink anziché nel classico bicchiere rotondeggiante, in un barattolo di vetro più spesso, oppure in una coppa, versione quest’ultima pensata apposta per il delicato palato del pubblico femminile.


Iscriviti alla Newsletter

Cotone Pima

Il cotone è la fibra naturale più importante ai giorni nostri. PURO wear ha scelto la fibra in cotone PIMA per realizzare i propri prodotti. Tecnicamente noto come “Gossypium barbadense”, è una pianta tropicale, sensibile al gelo, che produce fiori di colore giallo con semi neri. Diffuso principalmente in alcune aree del Nord America, Messico e Australia, tale pianta cresce in arbusti piccoli e cespugliosi e produce cotone con fibre setose insolitamente lunghe - raggiungono i 34mm - grazie principalmente alle condizioni in cui è coltivato: pieno sole, elevata umidità e precipitazioni.

Cio favorisce straordinaria morbidezza, intensa lucentezza e la formidabile resistenza all’usura e al pilling - la comparsa di peluria e piccole palline di fibra (pills) derivanti dall’usura e dalla manutenzione del capo, responsabile dell’effetto invecchiamento del tessuto.

Lavaggio e Cura dei Capi

Pensate a quando indossate un capo di intimo appena acquistato:: colore vivo, elastico ben teso, tessuto morbido e fresco. E pensate a quello che succede dopo qualche lavaggio: colori sbiaditi, elastico lento, tessuto usurato e cedevole. Si tratta di classici casi di lavaggi impropri, principale motivo per cui con il passare del tempo gli uomini lamentano di come calzano i propri capi.

PURO wear ha creato i suoi capi scegliendo i tessuti delle migliori qualità presenti sul mercato con l’obiettivo di fornire dei capi resistenti a molteplici lavaggi e all’usura.

 

Spesso le istruzioni di lavaggio e stiratura della biancheria intima vengono ignorate dalla maggior parte dei ragazzi e giovani adulti, imputando la responsabilità al poco tempo disponibile. Noi di PURO wear consigliamo di prestare cura e attenzione soprattutto nel momento del lavaggio dell’indumento in modo da favorire:

Ecco perché è vitale comprendere le informazioni presenti sull’etichetta - o stampate direttamente sul tessuto come nel nostro caso. Gli errori più comuni nel lavaggio degli indumenti sono:

 

Segui le seguenti istruzioni per un corretto lavaggio e una corretta asciugatura 

istruzioni di lavaggio PURO wear 

 Suggeriamo inoltre di lavare i propri capi sempre al rovescio.

Spedizioni e Resi

SPEDIZIONI

spedizione

Una volta effettuato il pagamento, l’ordine sarà preso in carico dal sistema per la procedura di evasione. In genere gli ordini vengono spediti entro 2 giorni lavorativi dalla conferma del pagamento. I tempi di consegna possono variare per ragioni fuori dal nostro controllo, ma siamo fiduciosi che riceverai i tuoi articoli entro 4-6 giorni lavorativi dal momento dell'ordine. Eventuali ritardi non noti al momento della conferma dell’ordine verranno comunicati prontamente. Le consegne non verranno effettuate in giorni festivi e pre-festivi.

PURO wear offre spedizione gratuita sugli ordini con un importo maggiore di 45€; in tutti gli altri casi costo di spedizione per l’Italia è pari a 4,5€.

 

RESI

La tua soddisfazione è il nostro maggior successo. Vogliamo che il cliente PURO wear si senta del tutto soddisfatto della scelta fatta. Qualora non fossi soddisfatto della tua scelta o nello spiacevole caso in cui ti venissero consegnati prodotti non conformi a quanto richiesto puoi restituirli, senza averli utilizzati, entro 15 giorni dalla data di acquisto.

È necessario osservare le seguenti precauzioni riguardo al prodotto:

Per ragioni igieniche, non possiamo accettare resi di prodotti che siano stati indossati a diretto contatto con la pelle.

PURO wear si riserva il diritto di rifiutare il reso di prodotti non conformi alle suddette condizioni.

Per effettuare il reso, invia una e-mail a resi@wearpuro.com indicando: nome e cognome dell’acquirente, numero d’ordine e codice degli oggetti da restituire, non dimenticando di indicare i motivi del reso. Il Servizio Clienti di PURO wear ti risponderà entro 48 ore, fornendoti le istruzioni su come procedere.

Se effettui il pagamento con Paypal il reso è gratuito. Puoi farti rimborsare le spese di spedizioni del reso direttamente da Paypal seguendo i passi al link: https://www.paypal.com/it/webapps/mpp/refunded-returns. Se ti serve un aiuto scrivici pure.

Se invece hai pagato il tuo ordine con carta di credito, le spese di trasporto saranno a tuo carico. Se ci comunichi il costo che hai sostenuto per la spedizione ti riconosceremo un coupon pari al valore del costo.

Per quanto riguarda la scelta del corriere potrai scegliere tu con chi effettuare la spedizione. Suggeriamo di utilizzare un corriere o un servizio postale che permetta un tracking o una ricevuta di ritorno. Ti ricordiamo che PURO wear non si assume responsabilità alcuna in merito alla non consegna di un reso.

Il rimborso potrà essere effettuato solo sulla carta di credito o il conto PayPal con cui è stato effettuato l’acquisto ed il tempo necessario per visualizzare l’importo sul proprio conto dipenderà dall’istituto finanziario che ha emesso la carta. 

Per maggiori informazioni contattare il servizio clienti al seguente recapito: resi@wearpuro.com